011 297 0561 - WhatsApp 379 270 3676 info@studiom2.site

CENTRO ASSISTENZA FISCALE MONCALIERI 

Nel cuore di Borgo Mercato,a Moncalieri  presso lo STUDIO M2 trovate il Centro assistenza fiscale Moncalieri.

Il Centro assistenza fiscale Moncalieri vuole essere un supporto al cittadino privato residente nei comuni di Moncalieri, Nichelino e prima cintura di Torino SUD.

Studio M2 è un ufficio autorizzato

CAF GCN

CAF TUTELA FISCALE DEL CONTRIBUENTE

CENTRO RAO CAF TFdC RILASCIO DI:

– SPID PERSONE FISICHE

– FIRMA DIGITALE

– POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC)

 

CHIEDI INFORMAZIONI O PRENOTA UN APPUNTAMENTO

8 + 6 =

ELABORA IL TUO MOD.730 CON NOI  

Cos'è il 730
Il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi  destinato ai lavoratori dipendenti e pensionati. Il modello 730 presenta diversi vantaggi: anzitutto il contribuente non deve eseguire calcoli e poi ottiene il rimborso dell’imposta direttamente nella busta paga o nella rata di pensione; se, invece, deve versare delle somme, queste vengono trattenute dalla retribuzione o dalla pensione.
Perchè fare il 730
Se molto spesso si presenta il 730 perché “conviene” e si hanno spese detraibili o deducibili (dalle spese sanitarie agli interessi del mutuo o i vari bonus casa), va ricordato che gli unici contribuenti esonerati sono quelli che hanno esclusivamente redditi da abitazione principale o altri fabbricati non locati (quelli esenti imu), da lavoro dipendente e da pensione corrisposti da un unico sostituto d’imposta, redditi soggetti ad imposta sostituiva con esclusione della cedolare secca (es interessi sui Bot) o ritenuta alla fonte (interessi cui conti correnti).
Addizionali IRPEF non trattenue
La dichiarazione deve comunque essere presentata se le addizionali all’Irpef non sono state trattenute o sono state trattenute in misura inferiore a quella dovuta. Chi ad esempio nell’anno precedente ha percepito l’indennità di disoccupazione, oppure chi lavora come colf/badante, fa bene a verificare la corretta applicazione delle detrazioni applicate presentando la dichiarazione.
Non ho il sostituto d'imposta
Anche chi al momento della presentazione non ha un sostituto d’imposta può fare il 730, in caso di credito il rimborso verrà erogato direttamente dall’Agenzia delle entrate, in caso di debito si pagherà con F24.
Importi compresi di IVA ed eventuali oneri fiscali

CALCOLA LA TUA IMU E LA  TASI CON NOI

IMU E TASI
La Legge di Bilancio 2020 ha accorpato IMU e TASI. La nuova IMU si applica in tutti i comuni, tranne in Friuli Venezia Giulia e nelle Province autonome di Trento e di Bolzano, che mantengono l’autonomia.
Chi deve pagare l'IMU
L’IMU deve essere pagata dai possessori degli immobili, aree fabbricabili e terreni, escluse le abitazioni principali non di lusso, cioè quelle accatastate in categorie diverse da A/1, A/8 e A/9.

Dal 2020, nel caso dell’ex coniuge l’assimilazione ad abitazione principale è legata all’affidamento dei figli e non è confermata l’assimilazione per i cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritto all’Aire (Anagrafe degli italiani residenti all’estero.

Quanto devo pagare di IMU
Ogni comune stabilisce autonomamente le aliquote dell’IMU. Per il calcolo dell’IMU dovuta, CAF MONCALIERI è a vostra disposizione per aggiornare il calcolo in base alle delibere dei singoli Comuni.

Sia per i fabbricati che per i terreni edificabili l’aliquota di base è pari allo 0,86 per cento, e i comuni possono aumentarla sino all’1,06 per cento o diminuirla fino al limite dello 0,76 per cento.

In sostituzione della maggiorazione della TASI viene concesso ai comuni che hanno già esercitato tale facoltà di aumentare ulteriormente l’aliquota massima dell’1,06 per cento sino all’1,14 per cento, a decorrere dall’anno 2020, nella stessa misura applicata per l’anno 2015 e confermata fino all’anno 2019. Negli anni successivi è solo possibile ridurre la maggiorazione, mentre resta esclusa ogni possibilità di variazione in aumento.

Per l’abitazione principale di lusso l’aliquota è fissata allo 0,5 per cento e il comune può aumentarla di 0,1 punti percentuali o diminuirla fino all’azzeramento.

Per i fabbricati rurali ad uso strumentale l’aliquota di base è lo 0,1 per cento, e il comune può ridurla fino all’azzeramento.

Per i fabbricati destinati dall’impresa costruttrice alla vendita (c.d. beni merce), fino al 2019 soggetti solo alla TASI, è fissata un’aliquota allo 0,1 per cento fino al 2021, che i comuni possono aumentare fino allo 0,25 per cento o diminuire fino all’azzeramento, mentre dal 1° gennaio 2022 saranno esenti dall’imposta.

Confermate le seguenti riduzioni:

  • riduzione al 50% della base imponibile per i fabbricati di interesse storico o artistico, per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati.
  • riduzione al 50% della base imponibile per le abitazioni concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale. Beneficio che si estende, in caso di morte del comodatario, al coniuge con figli minori.
  • riduzione al 75% dell’aliquota base stabilita dal comune per le abitazioni locate a canone concordato.
Come si paga L'IMU
Si paga con bollettino di conto corrente postale o con modello F24 in due rate con scadenza il 16 giugno e il 16 dicembre dell’anno di riferimento. Il cittadino può sempre decidere di pagare tutta l’imposta con un unico versamento entro il 16 giugno.

Nel caso però in cui i suddetti termini coincidano con un giorno festivo o prefestivo, la scadenza slitta al primo giorno lavorativo utile

    E' obbligatoria la dichiarazione IMU?
    Ogni comune potrebbe prevedere modalità (e moduli) diversi di dichiarazione, la regola generale è che queste dichiarazioni andranno presentate tutte le volte che si modificano i criteri per calcolare le imposte di riferimento (ad esempio, quando l’inquilino cessa di abitare un immobile o l’esistenza di un contratto di comodato registrato con i propri figli o genitori). I termini di presentazione sono attualmente fissati  al 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui si sono verificati gli eventi che hanno generato l’obbligo di presentazione della dichiarazione.

      Documenti NECESSARI per il calcolo dell'imposta IMU
      DATI PERSONALI
      •Documento d’identità in corso di validità
      •Tessera sanitaria del dichiarante e di eventuali comproprietari dell’immobile.

      TERRENI E FABBRICATI
      •Fabbricati o terreni acquistati/venduti/donati/ereditati nel 2021: atto d’acquisto o vendita dell’immobile,atto di successione o donazione e volture, atti di espropri avvenuti nel 2021
      •Variazioni sugli immobili nel 2021: visura catastale aggiornata degli immobili o terreni, notifiche dell’Agenzia del territorio
      •Verbale di assegnazione in caso di cooperativa
      ** Per i nuovi utenti: tutti i dati degli immobili posseduti nel 2021 (visura catastale)

      AREE EDIFICABILI – VALORE DELL’AREA
      •Il contribuente, per conoscere se la sua area è considerata edificabile, può rivolgersi al Comune competente perché venga attestato se l’area medesima è edificabile in base ai criteri descritti dalla lettera b), comma 1, dell’art. 2 del D.Lgs. n. 504/92

      VARIE
      •F24 pagato a titolo di acconto (solo per il calcolo del saldo)
      •Data di variazione nel caso di cambio di utilizzo dell’immobile (es. da sfitta ad uso gratuito – da locata ad abitazione principale ecc.)
      •Sentenza di separazione e divorzio per verificare l’assegnatario della casa coniugale.

      IMMOBILI IN COMODATO GRATUITO
      •Per abitazioni e pertinenze date in uso gratuito a parenti in linea retta di primo grado (genitori-figli) se ricorrono tutte le condizioni per fruire dell’agevolazione.

      •Mod. RLI (per contratto verbale) o atto registrato (per contratto scritto)
      •Mod. F24 registrazione

      Documenti NECESSARI per la dichiarazione IMU
      DATI PERSONALI
      •Documento d’identità in corso di validità
      •Tessera sanitaria del dichiarante e di eventuali comproprietari dell’immobile
      TERRENI E FABBRICATI
      •Atto d’acquisto o vendita dell’immobile, atto di successione o donazione e volture, atti di espropri
      •Visure catastali aggiornate
      AREE EDIFICABILI – VALORE DELL’AREA
      •Il contribuente, per conoscere se la sua area è ritenuta edificabile ai fini dell’IMU, può rivolgersi al comune competente perché venga attestato se
      l’area medesima è fabbricabile in base ai criteri descritti dalla lettera b),
      comma 1, dell’art. 2 del D.Lgs. n. 504/92
      VARIE
      •Data di variazione nel caso di cambio di utilizzo dell’immobile (es. da sfitta ad uso gratuito – da locata ad abitazione principale ecc.)

      COMPILA GRATUITAMENTE  IL TUO ISEE

      DSU e indicatore ISEE
      LA DICHIARAZIONE SOSTITUVA UNICA (DSU) è un documento che contiene le informazioni di carattere anagrafico, reddituale e patrimoniale necessarie a descrivere la situazione economica del nucleo familiare con la quale si ottiene l’indicatore ISEE per la richiesta di prestazioni sociali agevolate.

      Quali sono gli indicatori della nuova ISEE
      • ISEE standard od ordinario per richiedere prestazioni generiche (es.: bonus gas e/o elettrico, social card, assegno nucleo familiare con tre figli ecc.).
      • ISEE minorenni per richiedere prestazioni rivolte ai minorenni con genitori non coniugati e non conviventi (es.: tariffe asili nido, buoni libri, mense scolastiche, ecc.).
      • ISEE università per richiedere prestazioni rivolte agli studenti universitari (es.: borse di studio, tasse universitarie, collaborazioni, ecc.).
      • ISEE socio sanitario per richiedere prestazioni rivolte a soggetti maggiorenni con disabilità/handicap (es. servizi domiciliari, ecc.).
      • ISEE socio sanitario residenze per richiedere prestazioni rivolte a soggetti maggiorenni con handicap in caso di ricovero in residenze socio-sanitarie assistenziali – RSA, RSSA, residenze protette.
       ISEE corrente previsto per chi già ha un ISEE in corso di validità e può ottenere un ISEE sostitutivo, definito “corrente”, perché calcolato in base ad una situazione economica recente. I dati reddituali, di uno o più componenti il nucleo familiare, possono essere aggiornati in virtù di un peggioramento della condizione lavorativa come ad esempio in caso di licenziamento o cassa integrazione oppure a causa di una variazione del reddito complessivo del nucleo familiare superiore al 25%.
      L’ISEE corrente è valido per un periodo di 6 mesi salvo ulteriori variazioni. In presenza di ISEE corrente valido, se uno dei componenti trova una nuova occupazione e/o fruisce di nuovi trattamenti previdenziali, assistenziali e indennitari, che non rientrano nel reddito complessivo ai fine IRPEF, dovrà presentare un nuovo ISEE corrente entro due mesi dall’inizio della variazione.

      Nella nuova ISEE le informazioni contenute nella DSU sono in parte autodichiarate (ad esempio informazioni anagrafiche, dati sulla presenza di persone con disabilità) ed in parte acquisite direttamente dagli archivi amministrativi dell’Agenzia delle entrate (ad esempio reddito complessivo ai fini IRPEF) e dell’INPS (trattamenti assistenziali, previdenziali ed indennitari erogati dall’INPS).

      A quali agevolazioni posso accedere con l'ISEE
      ac – Reddito di cittadinanza.

      – Reddito di emergenza.

      – Bonus vacanze.

      – Maternità: per le madri prive di altra garanzia assicurativa
        entro 6 mesi dalla nascita del figlio.

      – Nucleo familiare: per famiglie con almeno 3 figli minori.

      – ICD: Impegnativa di Cura Domiciliare, ex ASSEGNO DI CURA)
      per persone non autosufficienti assistite a domicilio. Il contributo mensile viene determinato in riferimento a 5 tipologie di utenti in base alla disabilità della persona.

      – Riduzione 50% canon TELECOM:per titolari di contratto telefonico TELECOM di età superiore a 75 anni, o capofamiglia disoccupato,
      o titolari di pensione sociale o invalidità sociale.

      – Sostegno alla locazione:Legge 431/98 per titolari di contratti regolarmente registrati.

      – Fornitura libri di testo: contributi statali/regionali per concorso spese
      per l’acquisto di libri di testo alle famiglie di studenti di Istituzioni scolastiche statali, paritarie e non paritarie (incluse nell’Albo Regionale delle “Scuole non paritarie”) secondarie di I e II grado e Istituzioni formative accreditate dalla Regione Veneto.

      – Prestazioni del diritto allo studio universitario: calcoli ISEEU/ISPEU per accedere alle provvidenze universitarie quali riduzione delle tasse universitarie, collaborazioni studentesche, borse di studio. 

      – Bonus ENERGIA/GAS:spetta a tutti i cittadini e garantisce un risparmio sulla spesa annua per l’energia elettrica e per il gas metano.

      – Carta acquisti: per anziani dai 65 anni o nuclei familiari con bambini minori di 3 anni, permette acquisti nei negozi convenzionati per un valore di € 40 mensili.

      – Altre prestazioni economico sociali;asili nido e altri servizi educativi per l’infanzia, servizi socio-sanitari diurni e residenziali, telesoccorso/telecontrollo.

      COMPILA GRATUITAMENTE  IL TUO RED

      Cos'è il RED
      Il RED è una dichiarazione, prevista dalla legge, che deve essere presentata dai pensionati che usufruiscono di alcune prestazioni, il cui diritto e misura è collegato alla situazione reddituale del cittadino e, in alcuni casi, del nucleo familiare.

      Considerato che il reddito in genere è un dato variabile nel corso degli anni, per garantire la correttezza delle prestazioni erogate, l’INPS effettua la verifica annuale di tali dati: attraverso l’indicazione dei redditi posseduti, il Modello RED serve a determinare il diritto del pensionato ad usufruire di tali prestazioni e l’importo delle stesse.

      Chi deve presentare il RED
      • chi presenta il 730 o il modello REDDITI PF ma possiede anche altri redditi che non vanno indicati in dichiarazione
      • chi presenta il 730 o il modello REDDITI PF ed è titolare di pensioni estere o di reddito da lavoro autonomo;
      • chi non ha fatto la dichiarazione dei redditi.

      Non è richiesto il Modello RED chi ha fatto la dichiarazione dei redditi e non possiede altri redditi, non indicati in 730 o Modello Redditi che sono rilevanti ai fini della prestazione.

      Documenti necessari per presentare il RED
        • La dichiarazione dei redditi del pensionato con tutta la documentazione relativa;
        • il CUD rilasciato dal datore di lavoro se sono stati erogati arretrati di lavoro dipendente o trattamenti di fine rapporto (liquidazione, buonuscita);
        • arretrati di lavoro dipendente o trattamenti di fine rapporto (liquidazione, buonuscita);
        • la documentazione relativa a interessi bancari, postali, di BOT, CCT o altri titoli di Stato;
        • la documentazione di eventuali redditi esenti (pensioni di invalidità civile, di guerra, redditi esteri, ecc.).

        La stessa documentazione deve essere presentata, se l’INPS ne richiede i redditi, per il coniuge e per gli altri familiari.

        Il modello RED ed i documenti di supporto alla dichiarazione devono essere conservati dal cittadino per 10 anni.

      Cosa sono i Modelli iNPS- Icric
      Sono tenuti a presentare ogni anno il modulo ICRIC (Invalidità Civile RICovero) gli invalidi civili titolari di indennità di accompagnamento o di indennità di frequenza.Cosa dichiarare

      Nel modello ICRIC va dichiarata la sussistenza o meno di uno stato di ricovero in istituto, e se questo è avvenuto a titolo gratuito o a pagamento. In ogni caso il modello va sempre presentato.

      Da chi viene sottoscritto il modello di dichiarazione

      Il modello di dichiarazione può essere sottoscritto dal dichiarante o dall’eventuale tutore/curatore.

      Chi presenta il modello di dichiarazione

      La consegna del modello al CAF può essere effettuata anche da un delegato. In quest’ultimo caso devono essere esibiti delega e documento di identità del dichiarante e del delegato Il modello può essere presentato al CAF che assisterà gratuitamente l’interessato nella compilazione e nella trasmissione telematica all’INPS.

      In caso di disabilità intellettiva o psichica non va resa alcuna dichiarazione ma deve essere presentato al CAF  il certificato medico recante l’indicazione della patologia.

      Il dichiarante dovrà conservare la copia delle dichiarazioni di responsabilità e la relativa documentazione per 10 anni.

       

      Cosa sono i Modelli INPS- Iclav
      caafNel modello ICLAV va dichiarata la permanenza o meno del requisito di mancata prestazione di attività lavorativa o l’eventuale reddito prodotto negli anni interessati.

      Il modello di dichiarazione può essere sottoscritto dal dichiarante o dall’eventuale tutore/curatore.

      La consegna del modello al CAF può essere effettuata anche da un delegato. In quest’ultimo caso andranno esibiti la delega e i documenti di identità del dichiarante e del delegato. Il modello può essere presentato al CAF che assisterà gratuitamente l’interessato nella compilazione e nella trasmissione telematica all’INPS.

      In caso di disabilità intellettiva o psichica non va resa alcuna dichiarazione ma deve essere presentato al CAF il certificato medico recante l’indicazione della patologia.

      Il dichiarante dovrà conservare la copia delle dichiarazioni di responsabilità e la relativa documentazione per 10 anni.

       

       

      Cosa sono i Modelli Accas/PS
      Nel modello ACCAS/PS va dichiarata la residenza stabile e continuativa in Italia. Per i soli titolari di assegno sociale sarà necessario dichiarare anche se vi è stato un periodo di ricovero o meno in istituto.

      Il modello di dichiarazione può essere sottoscritto dal dichiarante o dall’eventuale tutore/curatore.

      La consegna del modello al CAF può essere effettuata anche da un delegato. In quest’ultimo caso andranno esibiti la delega e i documenti di identità del dichiarante e del delegato. In caso di delega alla consegna, il modello deve essere firmato dal dichiarante/tutore.  modello può essere presentato al CAF  che assisterà gratuitamente l’interessato nella compilazione e nella trasmissione telematica all’INPS.

      Il dichiarante dovrà conservare la copia delle dichiarazioni di responsabilità e la relativa documentazione per 10 anni.

       

      SPID, POSTA ELETTRONICA, FIRMA DIGITALE

      Cos'è lo SPID?
      SPID è il Sistema Pubblico di Identità Digitale, è la soluzione che ti permette di accedere a tutti i servizi online della
      Pubblica Amministrazione con un’unica Identità Digitale utilizzabile da computer, tablet e smartphone.
      Con Spid potrai
      • Visionare le fatture elettroniche all’interno del proprio cassetto fiscale
      • Accedere al cassetto previdenziale.
      • Accedere a 18App per richiedere il bonus cultura.
      • Accedere ai tuoi documenti personali ivi inclusi quelli sanitari e bancari.
      • Richiedere ogni tipo di certificazione come quella anagrafica e di residenza.
      Spid persone fisiche
      SPID è un sistema di Identificazione Digitale che, con un unico account, consente di accedere in modo sicuro, semplice e veloce a tutti i servizi online di pubbliche amministrazioni e (in futuro) aziende private che sono parte del sistema SPID. Può essere richiesto da tutti i cittadini italiani maggiorenni oppure stranieri con permesso di soggiorno e residenti in Italia.
      Cos'è la PEC?
      La PEC, Posta Elettronica Certificata, viene utilizzata per trasmettere messaggi, che possono contenere qualsiasi tipologia di informazione ed allegato, di cui si vuole avere la certezza della consegna.

      Sostituisce la raccomandata postale con ricevuta di ritorno o raccomandata AR. Così come avviene per quest’ultima, al mittente viene inviata una ricevuta che attesta la consegna al destinatario del proprio messaggio.

      La PEC è di facile utilizzo, può essere gestita tramite un programma cliente (es. Outlook Express), tramite Webmail PEC

      La PEC garantisce
      • certezza al processo di inoltro
      • valore legale alla posta elettronica
      • sostituzione integrale del servizio di posta tradizionale raccomandata
      Vantaggi della PEC
      • riduzione dei tempi di consegna
      • gestione dei documenti e dei flussi documentali più efficiente
      • riduzione dei costi (carta, affrancature, personale, etc..)
      Cos'è la firma digitale?
      La firma digitale è l’equivalente informatico di una firma autografa.
      Il suo utilizzo garantisce autenticità, integrità e validità del documento: infatti, è possibile sottoscriverne il contenuto, assicurarne la provenienza e garantire l’inalterabilità delle informazioni in esso contenute.
      Inoltre, grazie alla presenza del certificato di autenticazione, permette l’accesso a diversi servizi on-line della Pubblica Amministrazione.
      Tipologie di firma digitale
      • Smart Card con certificati CNS
      • Token USB Sim Card con certificati CNS
      • Firma Remota
      Ambiti di utilizzo della firma digitale

      La firma digitale può essere utilizzata sia in ambito pubblico che privato, esempio di adempimenti verso le amministrazioni pubbliche:

      • denunce;
      • dichiarazioni di cambi di residenza/domicilio;
      • richieste di contributi/ esenzioni a pagamenti a causa del reddito o di altre condizioni particolari ricorsi;
      • sottoscrizione di contratti/ verbali di riunioni;
      • ordini di acquisto;
      • risposte a bandi di gara;
      • archiviazione documentale;
      • servizi camerali;
      • procedure telematiche d’acquisto;

      SERVIZIO CENTRO ASSISTENZA FISCALE MONCALIERI

      CONSULENZA 3.0

      Abbiamo investito nell’intelligenza  artificiale, utilizziamo  sistemi informatici sicuri, che permettono di condividere l’esperienza con il cliente in modo intuitivo e facile.

      Questo ci permette di offrire un servizio veloce, interattivo, comodo, da condividere con il nostro cliente rispettando l’ambiente.

      SERVIZI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE

      Ottimizziamo i tempi, riduciamo lo stress quotidiano dovuto alle incombenze amministrative.

      Cerchiamo di ridurre  l’impatto ambientale

      STAMPIAMO POCA CARTA

      UTILIZZIAMO MENO TONER

      DOCUMENTI CONDIVISI

      Carica i documenti da casa

      Con il tuo smartphone, tablet  o PC, puoi fotografare tutti i dooumenti direttamente sulla nostra piattaforma e archiviarli nella tua pratica.

      Se devi integrare un documento, non devi correre in studio, basta un click e condividerai immediatamente il tuo documento con noi.

      ARCHIVIO INTELLIGENTE

      Documenti archiviati e sicuri

      Tu puoi caricare comodamente da casa i tuoi documenti,l’intelligenza artificiale della nostra piattaforma provvederà a suddividerli per tipologia di documenti (es.spese mediche, CU, documenti identità…) ed archviarli sotto il tuo codice fiscale. I documenti sono pronti per essere elaborati ed  archiviati  per 10 ann in massima sicurezza.

      CALCOLO DEL 730

      Elaborazione della dichiarazione

      Il modello 730 verrà elaborato, controllato su più livelli.

      In caso di richieste e integrazioni saremo noi a contattarti.

      Il modello 730, una volta approvato dai vari audit previsti,verrà inviato all’ agenzia dell’entrate telematicamente.

      FIRMA DA REMOTO

      Firma e controlla da casa 

      Puoi controllare firmare il modello 730 direttamente da casa, per mezzo del servizio di firma remota che mettiamo a disposizione.

      Una volta firmato il documento, lo stesso potrà essere da te archiviato digitalmente oppure stampato cartaceo.

      In caso di fabbisogno potrai richiedere sempre una copia a noi.

        CENTRO ASSISTENZA FISCALE MONCALIERI- INFO UTILI  

      DOVE SIAMO

      Studio M2 Moncalieri

      Via Pastrengo n°11C

      10024 Moncalieri (To)

      Tel.011 297 0561

      730cafmoncalieri@gmail.com

      ORARI DI STUDIO

      Si riceve su appuntamento. 

      Orario dal Lunedì al Venerdì

      Dalle ore 09:30 alle 12:30

      Dalle ore 14:30 alle ore 17:00

      Presentarsi all’appuntamento in orario, ne in anticipo nè il ritardo.

      In caso di disdetta si richiede di avvertire lo studio con congruo anticipo.

      s

      NORME COVID19

      Ingresso in sicurezza 

      Presentarsi in orario di appunamento muniti di :

      Mascherina chirurgica o  FFP2.

      Autodichiarazione compilata e firmata.

      All’ingresso dello studio troverete piantana con dispenser di Gel Idroalcolico per la disinfenzione delle mani .

      CONTATTACI

      15 + 3 =

      METODI DI PAGAMENTO ACCETTATI